Rimedi Naturali Cistite

Rimedi naturali per la cistite: primo tra tutti la prevenzione

Il batterio E-Coli genera circa il 90% delle infezioni urinarie. Si tratta di un batterio con una spiccata capacità di sopravvivenza  che è in grado di mutare rapidamente per resistere agli antibiotici. Se compare nelle vie urinarie occorre bloccarlo prima che inizi la migrazione verso i reni, dove può creare gravi infezioni.

L’E.Coli può sopravvivere anche in ambiente acido (letale invece per altri patogeni) e addirittura prolifera in condizioni di notevole acidità dell’urina (con un PH uguale a 2). Esiste anche una cistite non batterica causata solitamente da radioterapia o la cistite di tipo interstiziale, ma rappresentano una minoranza dei casi.

Oltre a quelli che sono i rimedi naturali, è bene seguire alcuni consigli relativi alla prevenzione: evitare i detergenti intimi aggressivi, in quanto alterano il pH naturale, e non abusare di pantaloni troppo stretti che facilitano l’annidamento di germi patogeni.

Rimedi naturali per la cistite: curarsi con l’alimentazione

Innanzitutto, ricordarsi di bere molta acqua o succhi di frutta, evitando alcol ed eccessi di caffeina. Ciò aiuta a diluire la carica batterica nella vescica. Utili anche gli alimenti anti-stitichezza, come: prugne, frutta non sbucciata nè trattata, crusca. L’intestino è un potenziale serbatoio di germi patogeni e il suo equilibrio riduce il rischio di infezioni batteriche. Vediamo insieme i rimedi naturali contro la cistite più conosciuti:

I rimedi naturali contro la Cistite

  • Rimedio numero 1 (Gatuma): Per questo rimedio ciò che occorre procurarsi è la radice di una pianta, la si trova in erboristeria o nelle farmacie specializzate e ha dimostrato di essere particolarmente efficace: la Gatuna.  Viene utilizzata da secoli e non presenta particolari effetti collaterali. Aggiungere 2 cucchiai di radice secca di Gatuna finemente tritata in 1/4 di litro di acqua bollente, rimuovere poi la radice e lasciare riposare per 30 minuti. Filtrare l’infuso attraverso una pezza da cucina e, a gusto, aggiungere un cucchiaio di miele. Assumere due volte al giorno: la prima volta al mattino, a digiuno, e la seconda a metà giornata.
  • Rimedio numero 2 (Timo e Rosmarino): Bollire per 10 minuti due cucchiaiate di timo e due di rosmarino in un litro d’acqua. Scolare e lasciare raffreddare. Utilizzare poi l’infuso come coadiuvante dell’igiene intima, dopo il sapone specifico e senza risciacquare. Questo secondo rimedio può essere utilizzato in interazione con qualunque altro rimedio naturale.
  • Rimedio numero 3 (Bicarbonato): Ingerire una cucchiaiata di bicarbonato di sodio due volte al giorno, preferibilmente al mattino a digiuno e a metà del pomeriggio. In contemporanea, seguire una dieta che non contiene latticini, cibi piccanti, caffè, coloranti, alcol, spezie e grassi insaturi. Il carciofo è una pianta curativa rispetto a questa infezione, può essere aggiunta alla dieta e interagisce ottimamente con il rimedio a base di bicarbonato. Un’alimentazione adeguata è di per se stessa un rimedio naturale e una cura per la cistite.
  • Rimedio numero 4 (Achillea,Salvia,…): Nelle farmacie si trovano alcuni infusi già preparati, in bustine o in capsule, sotto forma di integratori naturali. Alcuni tipi di piante medicinali, già pronte, possono contribuire a curare la cistite in modo naturale. I più effettivi sono: gli infusi di achillea, la salvia, il mirtillo, la coda di cavallo, la borragine e l’aglio. Di questi integratori se ne può utilizzare più di uno ma è consigliabile, prima, chiedere un parere al farmacista per accertarsi che non vi siano interazioni dannose o che riducano l’efficacia dell’assunzione.
  • Rimedio numero 5 (Omeopatia): Anche l’omeopatia è molto efficace nella cura della cistite. Il Cantharis è spesso utilizzato per ridurre la sensazione di bruciore durante la minzione. La Staphysagria viene usata quando si può far risalire la cistite a un’escoriazione prodottasi durante i rapporti sessuali. L’Aconitum si utilizza, invece, quando gli attacchi di cistite sono rapidi e improvvisi.
  • Rimedio numero 6 (Yogurt): Applicare yogurt naturale, biologico, sull’uretra – l’apertura uretrale femminile si trova tra la clitoride e l’apertura vaginale – non sciacquare e indossare un assorbente. Solo dopo la minzione, eseguire una corretta igiene intima con un preparato apposito e rimuovere il proteggi slip. Lo yogurt contiene bacilli attivi contro i batteri che causano la cistite. (Questo rimedio non ha efficacia nell’uomo per la diversa conformazione e lunghezza dell’uretra)

Omeopatia, per curare la cistite naturalmente.

Nell’omeopatia le infezioni della vescica manifestano uno stato d’indebolimento generale dell’organismo e una scarsità di difese immunitarie che permettono l’aggressione dei batteri. Per curare la cistite, l’omeopatia punta quindi a svolgere un’azione radicale e profonda finalizzata a interrompere il processo infettivo e a rafforzare le difese.

In caso di cistite acuta, il trattamento prevede:
Arsenicum album 9CH (cinque granuli, tre volte al giorno);
Cantharis 7 CH (cinque granuli, ogni due o tre ore);
Mercurius corrosivus 7 CH (cinque granuli, ogni due o quattro ore) o in alternativa Serum anticolibacillaire 3 DH (una fiala, tre volte al giorno).

Cistite rimedi naturali: l’esercizio

Cistite rimedi naturali
L’attività fisica è un’ottima terapia per riequilibrare l’organismo, potenziare le difese immunitarie, agevolare la minzione e le funzioni intestinali, per cui sortisce sicuro effetto sulla prevenzione e la cura della cistite. Essendo quest’ultima un problema fastidioso, che non trae giovamento dagli sforzi eccessivi e dalla sudorazione abbondante, è consigliabile intraprendere lunghe passeggiate, inserire gradualmente esercizi benefici per la circolazione, dedicarsi a sessioni di yoga o ginnastica dolce.

Cistite rimedi naturali: il D-Mannosio

Rimedi naturali per la cistite: D-Mannosio

Il trattamento con il D-Mannosio è innocuo e naturale. Questo zucchero viene ottenuto dalla fermentazione di specifiche essenze di legno ed estratto senza ricorrere ad alcun solvente nè emulsionanti, eccipienti, additivi, silicati, o altri glucidi. Conserva così la sua purezza.

Il D-Mannosio raggiunge direttamente le urine non essendo assimilabile dall’intestino, e nella vescica riesce a interferire con la modalità di aggressione batterica. Solitamente l’invasione si realizza tramite l’attecchimento dei germi alle pareti vescicali, mentre il D-Mannosio aderisce ad essi facendoli distaccare dalla mucosa. Il D-Mannosio viene poi espulso, insieme ai batteri, con la minzione.

Il D-Mannosio svolge la sua azione non soltanto contro il batterio E-Coli, ma anche contro il batterio responsabile della Salmonella usando quest’ultimo la stessa forma di attecchimento dell’E.coli per saldarsi alle pareti interne dell’organismo. Ciò comporta che il D-Mannosio sia una cura funzionante contro il 95% delle infezioni urinarie.

Ora è possibile ordinare online D-Mannosio Greenthink, uno dei migliori prodotti nel trattare tutte le problematiche legate alla cistite.