Eradicare i batteri con lavanda vaginale a base di D-Mannosio

Circa il 50% delle donne ha avuto nella vita almeno un’infezione delle vie urinarie e circa il 10% ha infezioni ricorrenti che sono spesso resistenti alle terapie con antibiotici ad ampio spettro.

Chi ha avuto più ricadute di cistite impara a sue spese che le terapie antibiotiche non solo non eliminano la causa, ma spesso rendono le difese più deboli e i batteri più potenti. Una delle vie di accesso delle infezioni batteriche è la vagina, nella quale le colonie si riproducono per poi trasferirsi nell’uretra. Utilizzando il D-Mannosio per una lavanda vaginale si previene questa proliferazione batterica o si debellano i batteri già presenti nelle pareti vaginali. Il La lavanda vaginale con il D-Mannosio è realizzata partendo da una sostanza assolutamente pura e naturale, uno zucchero normalmente presente nelle cellule del corpo e in svariati alimenti, per cui priva della tossicità degli antibiotici. Sconfiggere l’infezione vescicale passa per debellare i batteri anche a livello genitale. In quest’ultimo apparato le micro-lesioni dell’epitelio, causate dai rapporti sessuali, costituiscono un terreno di coltura ottimale per i batteri, che provocano cistiti recidive e la proliferazione dell’E.Coli, responsabile anche di altre fastidiose patologie. Il D-Mannosio nella lavanda vaginale attua beneficamente sull’epitelio e sui germi patogeni come meglio specificato in seguito.

Le svariate funzioni del D-Mannosio lavanda vaginale

Il D-Mannosio tramite lavanda vaginale, agisce sui batteri presenti nella vagina evitando che possano attecchire alle pareti. Questo zucchero, infatti, possiede la capacità di attirare i germi, che vengono successivamente espulsi con il liquido utilizzato per la lavanda. Ma il una lavanda vaginale a base di D-Mannosio svolge ulteriori ed importanti azioni preventive e benefiche. Migliora la risposta anticorpale, evitando peraltro il deficit del sistema immunitario provocato dall’assunzione di antibiotici. Incrementa la resistenza dell’epitelio. Previene le irritazioni e facilita l’eliminazione dei residui mestruali, di altri medicamenti, di ovuli o di creme per uso interno. Non sono noti effetti collaterali nè interazioni con altri medicinali, per cui è un prodotto per uso topico che può essere assunto in sicurezza.

Le diverse modalità di utilizzo del D-Mannosio lavanda vaginale

Il D-Mannosio lavanda vaginale può essere costituito da un prodotto casalingo, ottenuto sciogliendo il prodotto puro in un liquido fisiologico sterile, in una soluzione di un cucchiaino di prodotto in una siringa da 30cc, o può essere acquistato già predisposto all’utilizzo. Nel primo caso è consigliabile utilizzare, dopo la espulsione della lavanda, fermenti lattici, inserendoli in vagina sempre utilizzando una siringa. Possono essere acquistati in farmacia o può essere usato uno yogurth naturale non dolcificato. Per quanto riguarda la soluzione pronta, contiene lattobacilli e una perfetta concentrazione di lenitivi. Contribuisce per cui a mantenere il pH vaginale nei limiti fisiologici, svolge un’azione astringente e rinfrescante, non occorre utilizzare yogurth successivamente e il flacone si presta alla conservazione del preparato. In entrambi i casi il D-Mannosio in polvere nella lavanda vaginale va applicato facendo defluire il prodotto con gradualità all’interno della vagina, si lasciano poi trascorrere 10 minuti mettendosi sul fianco destro, poi sinistro, così da far entrare in contatto il prodotto con ogni parte della mucosa vaginale. Trascorsi 10 minuti il preparato può essere espulso.